informazioni@viaggioinegitto.com

Il Museo Nubiano di Assuan

Esiste una cultura nel cuore verde del Basso Egitto che rischia di scomparire per sempre a causa del disastro naturale risultato dalla costruzione della Diga di Assuan.

Il Museo Nubiano di Assuan porta il contributo dell’Egitto per la preservazione di una tradizione ed una cultura millenarie.

Durante il tuo viaggio in Egitto non perderti una visita alle sale innumerevoli e piene di reperti straordinari di questo museo ad Assuan.

Prenota ora la tua crociera sul Nilo!


1- La Storia della Nubia


Il territorio definito Nubia si trova a cavallo tra l’estremo Sud dell’Egitto, appunto il protettorato di Assuan, e il nord del Sudan. Ad oggi, il territorio della Nubia è compreso tra la prima e la quinta cateratta del Nilo, che scorre da Sud a Nord e sfocia nel Mar Mediterraneo dopo aver solcato l’intero paese egiziano.

Il nome di ‘Nubia’ dato a questa regione deriva dall’antica parola egizia per ‘oro’, chiamato ‘nub’. Qui erano presenti infatti ricchissimi giacimenti aurei che fecero la fortuna della civiltà egizia.

Grazie a tale abbondanza d’oro, gli egizi poterono scambiare i metalli preziosi con altre civiltà mediterranee ed importare l’argento, di cui invece non possedevano miniere.

Nella Nubia sorse il ricco regno di Kush, che faceva da ponte tra Africa Nera ed Egitto, e da cui provenivano i cosiddetti faraoni neri.

In epoca ellenistica invece nella Nubia sorse la favolosa città nel deserto di Berenice Pancrisia, i cui resti sono stati disseppelliti recentemente da una missione di archeologi italiani. 


2- La tragedia e l’esodo nubiano


La costruzione della Grande Diga di Assuan ha causato l’inondazione della vallata dove sorgeva un tempo Berenice, così da costringere circa 100.000 persone ad un vero e proprio esodo.

La cultura nubiana da quel momento rischia di scomparire, se non fosse per i tentativi egiziani, sudanesi ed internazionali di preservarne le preziose ed uniche caratteristiche.

Per alcuni siti archeologici di enorme importanza, come ad esempio i templi di Abu Simbel, l’unica soluzione è stata quella di trasportare gli interi edifici in aree sicure dei dintorni, non coinvolte dagli allagamenti.

Il tempio di Dendur invece, forse per compensare le organizzazioni internazionali per l’aiuto ricevuto, è stato ceduto e trasferito al Metropolitan Museum di New York. 

Leggi anche su :


3- Quando e come nasce il Museo Nubiano


Il Museo Nubiano di Assuan nasce nel 1997 con l’intenzione di dare un contributo da parte dell’Egitto per la preservazione della cultura nubiana tremendamente minacciata di scomparire.

Seppure piccolo, questo museo con le sue raccolte rappresenta un vero scrigno di tesori per la Storia del paese e dell’intero continente.

Le sale del museo ospitano numerosissimi reperti che testimoniano le tradizioni, gli usi e costumi della vita quotidiana nel regno della Nubia, attraverso le varie epoche storiche.

Per esempio, entrando sarete accolti dalla statua colossale egizia del faraone Ramses II, ma potrete anche ammirare l’anfora di epoca mamelucca con caratteri arabi cufici che per la sua importanza artistica è stata riprodotta anche in una delle banconote della nuova serie egiziana. 


4- Le collezioni del Museo


Passeggiare tra le sale del Museo Nubiano Assuan significa attraversare idealmente tutte le epoche storiche della civiltà nubiana, a partire dalla Preistoria, quando sorsero i primi villaggi neolitici sulle rive del Nilo.

Durante il periodo faraonico la Nubia ha ugualmente segnato un grande sviluppo culturale, essendo l’area da cui partivano i contatti con la sponda orientale del Mar Rosso.

Fu soprattutto la regina egizia Hatshepsut a volere fiorenti scambi con il regno di Punt, che comprendeva le due sponde del Mar Rosso all’altezza oggi del Sudan.

Le merci più importanti scambiate erano incenso e aromi, di cui la riva Est, dove sorgevano i regni Yemeniti, era ricca. Il periodo ellenistico e l’avvento del cristianesimo che in quest’area ha un carattere tutto particolare sono altrettanto testimoniati dai reperti conservati nel Museo Nubiano.

Durante il periodo della islamizzazione della regione e poi nell’era moderna la cultura nubiana aveva raggiunto la piena maturità.

Una delle testimonianze di questa variopinta cultura da ammirare nelle sale del museo Nubiano sono le case costruite e dipinte secondo la tecnica tradizionale con colori stupefacenti.

Queste costruzioni preziose sono state salvate dall’area adesso inondata della Nubia e portate al Museo Nubiano perché fossero una testimonianza per tutti quelli che visitano la Nubia.

Personalizza subito l'offerta di VACANZE MAR ROSSO, CAIRO E CROCIERA SUL NILO DI LUSSO!


5- Nei dintorni del Museo, il villaggio nubiano


Durante il tuo viaggio in Egitto, e specialmente se stai per vivere una indimenticabile crociera sul Nilo, la tua tappa ad Assuan deve essere arricchita dalla visita al Museo Nubiano.

Ma una volta che questa cultura ti avrà affascinato con i suoi colori variopinti, vorrai vivere l’esperienza di camminare in un vero villaggio nubiano.

Ti stai chiedendo dove farlo e come? Ad Assuan, anche durante una delle tappe della tua crociera sul Nilo! Il villaggio Nubiano ti offre la possibilità di entrare all’interno delle costruzioni in fango della Nubia, lasciarti affascinare dai colori sgargianti delle pitture su terracotta dai disegni unici, goderti lo spettacolo unico della danza con artisti locali al ritmo della musica tradizionale nubiana. 

Il museo nubiano di Assuan inoltre sorge nei pressi del cimitero fatimide, e dell’Obelisco incompiuto di Assuan, una delle più antiche sculture, e forse il primo obelisco della storia egizia. L’obelisco resta attaccato al masso di granito in cui venne scolpito per una delle sue quattro facce.

Questo avvenne probabilmente perché gli scultori si accorsero di alcune crepe alla base del monumento che non avrebbero permesso che restasse in piedi. 

Leggi anche su:
6 Motivi per andare in Egitto
Le migliori 7 oasi in Egitto da scoprire


La città di Assuan nel Sud dell’Egitto, con il suo Museo Nubiano, ti permette di esplorare i resti di un’antica civiltà, oggi praticamente scomparsa a causa dei disastri naturali causati dall’uomo, la civiltà nubiana, forse oscurata dalla grandezza della civiltà egizia di cui in fondo è la sorella minore. Non perderti la magia del Museo Nubiano durante la tua tappa di viaggio ad Assuan!

Prenota subito il tuo pacchetto adatto per te!


commenti dei clienti

RECENSIONI DI VIAGGIATORI VERI Oltre 799 recensioni a 5 stelle su TripAdvisor! TripAdvisor!
  • Nate
    Nate
    La vacanza è stata organizzata molto bene, le persone che ci Hanno accolte sono state puntuali ad accoglierci. Grazie Viaggio in Egitto.
  • Daniela Guerra
    Daniela Guerra
    Siamo sempre stati seguiti ed accontentati in tutto. Gli operatori erano sempre puntuali e gli hotel e la nave erano ottimi. Un viaggio che consiglio
  • Riccardo
    Riccardo
    Abbiamo fatto un viaggio meraviglioso, 3 giorni al Cairo e 4 giorni crociera sul Nilo. Tutto è perfettamente organizzato da Viaggio in Egitto.
  • Silvana
    Silvana
    In 10 giorni abbiamo visitato in modo eccellente e super organizzato nei dettagli tutto l'Egitto. Un viaggio super consigliato con Sahara Travel.


Domande frequenti

Fare fotografie e' permesso nella maggior parte dei siti di interesse storico e dei musei, anche se in alcuni potrebbe esserVi richiesto un sovrapprezzo sul costo del biglietto per l'entrata se muniti di macchina fotografica. In alcuni musei, come il Museo Egizio, e altri siti di interesse turistico come la Valle dei Re a Luxor, tale attività' non e' permessa e ai visitatori viene richiesto di lasciare la macchina fotografica all'ingresso.

In molte aree turistiche egiziane tali raccomandazioni non sono necessarie; in località' meno turistiche si raccomanda invece un abbigliamento consono. Di fatto, le donne dovrebbero evitare un abbigliamento troppo succinto, collane appariscenti, tenere le spalle e le ginocchia coperte, durante le visite delle Moschee di consiglia di avere una sciarpa, e in alcune moschee alle donne sarà' chiesto di coprire la testa e magari anche le braccia e le gambe. Sia alle donne che agli uomini sarà' chiesto di togliersi le scarpe prima dell'ingresso.

Ci sono tutti i tipi di strutture in Egitto iniziando  dagli hotel di lusso al semplice ostello. I piu' belli alberghi delle catene internazionali, come Movenpick, Hilton, Four Season, Sofitel, eguagliano il livello delle strutture di lusso di tutto il mondo.

Ad un altro livello si collocano gli alberghi locali, per i quali e' possibile trovare vari livelli e stili, dal lusso al sobrio. Gli alberghi egiziani hanno una loro classificazione che li colloca genericamente in una scala a 5 stelle, differente da quella usata ovunque negli standard internazionali.

Non ci sono vaccinazioni obbligatorie ma  comunque e’ raccomandabile per gli anziani e per  i bambini piccoli il vaccino contro l'Epatite C, il Tifo ed il richiamo per il Tetano


Visualizza tutto