Nubia, Egitto della tradizione

Un'area dell’Egitto piena della sua tradizione millenaria, da cui provenivano i cosiddetti faraoni neri del regno egizio. 
Al confine con l’area del Nord Sudan, il protettorato di Assuan conserva nel suo museo nubiano e nel villaggio nubiano le tracce di una civiltà minacciata di estinzione totale, che già ha sofferto moltissimo per una vera e propria deportazione nel secolo scorso, che lotta per sopravvivere con le sue tradizioni artigianali, artistiche e culturali millenarie. 
Non perderti durante la tua crociera sul Nilo verso Luxor e Assuan, una bellissima tappa al museo nubiano e al villaggio dove lo stile nubiano è riprodotto con estrema fedeltà alle tecniche locali di costruzione e decorazione. 

Visita il museo nubiano e il villaggio con le tue guide di Viaggio in Egitto! 

nubia egitto, le case nubiane davanti al Nilo

Dove si trova la Nubia Egitto?

Dal punto di vista geografico la Nubia è il nome di una regione storica dell’Africa che include i territori del Sud Egitto, chiamato Bassa Nubia, nel governatorato di Assuan lungo il corso del Nilo, e la parte più a Nord del Sudan, l’alta Nubia. 

Di fatto oggi si tratta del territorio compreso tra la prima e la quinta cateratta del Nilo. 

In questa area il clima è desertico e montano, caratterizzato quindi da una forte escursione termica tra il giorno e la notte e tra inverno ed estate. 

Il villaggio nubiano che potrai decidere di visitare durante una tappa della tua crociera sul Nilo è un tradizionale insieme di coloratissime abitazioni di fango, costruite con l’affascinante tecnica architettonica delle Nubia e decorate con accattivanti disegni simbolici. 

nubia egitto, un uomo che siede dentro l'entrata della casa nubiana

Un pò di Storia sulla Nubia Egitto

Nel suo glorioso passato, la Nubia è stata un regno indipendente, chiamato Regno di Kush, che era abitato da una civiltà antica a sé stante e oggi praticamente scomparsa, che faceva da ponte tra i popoli del Mediterraneo, gli Egizi appunto, e i popoli dell’Africa Nera.

Il nome della regione, la parola Nubia, nella lingua egizia antica significa ‘oro’, in quanto in questa area si concentravano la maggior parte delle miniere d’oro che rendevano l’Egitto del Medio e del Nuovo regno un reame esportatore d’oro quanto importatore d’argento. 

In epoca ellenistica, cioè dopo la conquista di Alessandro Magno dell’Egitto, nel deserto della Nubia sorse una grande città, grazie alla ricchezza aurea della regione, la mitica Berenice Pancrisia, le cui rovine sono state riscoperte da una recente spedizione archeologica a guida italiana.

Negli anni ‘60 del secolo scorso la regione della Nubia ha vissuto la sua vera tragedia, causata dalla costruzione della Diga di Assuan, che ha portato all'inondazione della parte più antica della Nubia, dove un tempo sorgeva la sua mitica capitale Berenice. 

Oltre 100.000 abitanti nubiani furono costretti a lasciare le loro terre senza avere realmente un luogo dove ristabilirsi, in questo caso si trattò, perciò, di un vero e proprio esodo. 

Quella della Nubia è diventata quindi una questione politica spinosa per Egitto e Sudan, a partire dalla seconda metà del secolo passato. 

Non fu creato né dal governo egiziano né da quello sudanese alcun progetto per la preservazione dell’eredità culturale di questa antica e preziosa civiltà, ponte tra Mediterraneo e Africa. 

Gli unici aiuti che sono arrivati sono quelli offerti da organizzazioni internazionali che hanno potuto letteralmente spostare interi complessi funerari e templi della regione in altre aree vicine alla Nubia, come per esempio i templi di Abu Simbel, visitabili con un’escursione di mezza giornata durante la tua crociera sul Nilo. 

Altri templi sono stati smontati e rimontati al sicuro, come ad esempio il tempio di Dendur, trasferito al Museo Metropolitan di New York.

Personalizza il tuo viaggio a Assuan!

nubia egitto, la bellezza delle case nubiane che affacciano sul nilo

Il museo Nubiano di Assuan

Inaugurato nel 1997, il museo Nubiano di Assuan attualmente è uno degli ultimi baluardi a cui la cultura nubiana deve fare affidamento per non scomparire per sempre in seguita alla tragedia causata dalla costruzione della diga di Assuan nel decennio degli anni ‘60. 

Le collezioni del Museo ci portano in un viaggio affascinante alla scoperta della storia della regione, a partire dal momento paleolitico, verso i regni faraonici, il dominio ellenistico, la cristianizzazione, l’avvento dell’Islam, fino al dramma della costruzione della Diga di Assuan.

Tra i reperti esposti nel museo si traccia una vera ricostruzione della vita quotidiana degli abitanti della Nubia attraverso i secoli, con oggetti risalenti a diversi periodi storici. 

Tra i reperti più preziosi abbiamo le ricostruzioni delle abitazioni nubiane tradizionali con i muri in fango essiccato e dipinto a colori vivacissimi. 

Se il museo non avesse preservato questi modelli, non ne avremo più alcuna traccia, essendo il mondo della Nubia ormai sommerso dalle inondazioni causate dalla Diga.

Leggi anche:
I Musei Egizi: 6 Musei da non perdere
I 6 più bei laghi in Egitto da visitare

nubia egitto, una donna alimenta il cervo

Nei dintorni del Museo Nubiano

Il contributo del Museo Nubiano per la preservazione della memoria di questa antica civiltà è estremamente prezioso, perché esso si trova in loco, circondato da altri monumenti altrettanto interessanti da visitare per comprendere la grande storia di questa regione. 

Tra questi menzioniamo, per la loro vicinanza al Museo, alcune attrazioni che potrai visitare con la guida di Viaggio in Egitto durante una tappa ad Assuan della tua crociera sul Nilo: 

Il cimitero fatimide con mausolei e cupole del IX secolo d.C, ancora oggi visitate e interessate dal culto della popolazione odierna. L’architettura antica della nubia è anche qua visibile mescolata a quella islamica fatimide, per uno stile veramente unico e inconfondibile

Le antiche cave di granito di Assuan, dalle quali proveniva gran parte della roccia utilizzata per la costruzione dei monumenti faraonici del Cairo e di Menfi. I blocchi di granito, straordinariamente pesanti, venivano trasportati lungo i canali del Nilo grazie a chiatte ed imbarcazioni speciali ideate dagli ingegneri egizi. 

L’obelisco incompiuto, il più antico della storia egizia, alto 4 metri e non estratto completamente dal blocco di granito in cui era stato scolpito. Esso infatti resta attaccato alla matrice di roccia per uno dei suoi 4 lati. Probabilmente la sua costruzione non fu conclusa perchè gli scultori si resero conto di crepe alla base del monumento che lo avrebbero fatto crollare una volta eretto.

Prenota ora una crociera sul Nilo! 

nubia egitto, una donna egiziana a nubia

Il villaggio Nubiano di Assuan

Durante la tua crociera sul Nilo non perderti un’escursione ad Assuan nel suo meraviglioso villaggio nubiano. 

La ricostruzione fedele delle coloratissime abitazioni, le botteghe artigiane dove ancora oggi si producono veri e propri pezzi d’arte, la musica e le pitture tradizionali della Nubia ti trascineranno in un’ esperienza incredibile che ti lascerà sicuramente affascinato dalla bellezza. Non aspettare oltre, prenota subito l’escursione guidata!


I passeggeri di una crociera sul Nilo non possono perdere l’occasione di scoprire tutta la magia dell’atmosfera nubiana durante il loro soggiorno ad Assuan. 

Assicurati di dedicare del tempo alla scoperta del Museo Nubiano di Assuan e al villaggio Nubiano di Assuan, per immergerti in una cultura che sta per estinguersi dai colori e dalla musica ancora oggi vivacissima dopo migliaia di anni! 

Scopri il cuore d’oro dell’Egitto, compila ora il modulo per personalizzare il tuo itinerario!

nubia egitto, la bellezza del nilo a nubia

commenti dei clienti



Domande frequenti

Fare fotografie e' permesso nella maggior parte dei siti di interesse storico e dei musei, anche se in alcuni potrebbe esserVi richiesto un sovrapprezzo sul costo del biglietto per l'entrata se muniti di macchina fotografica. In alcuni musei, come il Museo Egizio, e altri siti di interesse turistico come la Valle dei Re a Luxor, tale attività' non e' permessa e ai visitatori viene richiesto di lasciare la macchina fotografica all'ingresso.

In molte aree turistiche egiziane tali raccomandazioni non sono necessarie; in località' meno turistiche si raccomanda invece un abbigliamento consono. Di fatto, le donne dovrebbero evitare un abbigliamento troppo succinto, collane appariscenti, tenere le spalle e le ginocchia coperte, durante le visite delle Moschee di consiglia di avere una sciarpa, e in alcune moschee alle donne sarà' chiesto di coprire la testa e magari anche le braccia e le gambe. Sia alle donne che agli uomini sarà' chiesto di togliersi le scarpe prima dell'ingresso.

Ci sono tutti i tipi di strutture in Egitto iniziando  dagli hotel di lusso al semplice ostello. I piu' belli alberghi delle catene internazionali, come Movenpick, Hilton, Four Season, Sofitel, eguagliano il livello delle strutture di lusso di tutto il mondo.

Ad un altro livello si collocano gli alberghi locali, per i quali e' possibile trovare vari livelli e stili, dal lusso al sobrio. Gli alberghi egiziani hanno una loro classificazione che li colloca genericamente in una scala a 5 stelle, differente da quella usata ovunque negli standard internazionali.

Non ci sono vaccinazioni obbligatorie ma  comunque e’ raccomandabile per gli anziani e per  i bambini piccoli il vaccino contro l'Epatite C, il Tifo ed il richiamo per il Tetano


Visualizza tutto