Il Tempio di Edfu ad Assuan

il Tempio di Edfu è un antico tempio egizio situato sulla sponda occidentale del Nilo, nella città di Edfu. Leggi di più su questo magnifico tempio.

Il Tempio di Horus a Edfu è considerato il tempio meglio conservato in Egitto, preservato dalla sabbia del deserto, che ha riempito il luogo dopo che il culto pagano è stato bandito. 

È l'esempio perfetto degli antichi templi egizi. Visitarlo ti dà una visione completa di come dovrebbero essere gli altri templi. Il Tempio di Edfu fu costruito durante il periodo greco-romano, ma i costruttori conservarono scrupolosamente la forma dei veri faraoni egiziani. Il tempio è dedicato a Horus, il figlio vendicatore di Iside e Osiride Pertanto, a volte è chiamato il Tempio di Horus. Con il suo tetto intatto, è anche uno degli edifici antichi più suggestivi.

Il Tempio di Horus a Edfu è ampiamente considerato il più imponente di tutti i templi lungo il Nilo durante il viaggio tra Luxor e Assuan. È una tappa obbligata da tutte le navi da crociera che effettuano il viaggio, fermandosi anche a Esna e Kom Ombo.

il tempio di edfu dall'interno

Dove si trova il tempio di Edfu?

Il tempio di Horus si trova al centro della città di Edfu, esattamente al centro tra le città di Assuan e Luxor. Edfu era un insediamento e un cimitero dal 3000 aC in poi. Era anche la "casa" e il centro di culto del dio falco Horus di Behdet (l'antico nome di Edfu), sebbene il Tempio di Horus come esiste oggi sia tolemaico.

Chi ha costruito il tempio di Edfu e quando?

L'imponente edificio fu iniziato durante il regno di Tolomeo III e completato nel 57 aC sotto Tolomeo XII. il tempio di Edfu fu costruito sul sito di un precedente tempio più piccolo dedicato anche a Horus, sebbene la struttura precedente fosse orientata est-ovest piuttosto che nord-sud come nel sito attuale. 

Prenota ora una crociera sul Nilo per visitare questo tempio

una statua dentro il tempio di Horus

Qual è il significato religioso del tempio di Edfu?

Il tempio di Edfu è il tempio più grande dedicato a Horus e Hathor di Dendera. Era il centro di numerose feste sacre a Horus. Ogni anno, la Dea Hathor si recava a sud dal suo tempio di Dendara per visitare Horus a Edfu, e questo evento che segnava il loro sacro matrimonio era l'occasione di una grande festa.

Il design e il layout del Tempio di Edfu

Il tempio di Edfu era uno dei numerosi templi costruiti durante il regno tolemaico, tra cui il complesso del tempio di Dendera, Esna, il tempio di Kom Ombo e Philae. Le sue dimensioni riflettono la relativa prosperità dell'epoca. L'attuale tempio, iniziato il 23 agosto 237 aC, era inizialmente costituito da un'aula con pilastri e due aule trasversali.

Ti potrebbero interessare leggere:

la statua di Dio horus al tempio di edfu

Oltre la romana mammisi (casa natale), con alcune sculture colorate, il massiccio pilone (porta d'accesso) alto 36 m è custodito da due statue di Horus in granito come falco enormi ma splendide. Le pareti sono decorate con rilievi colossali di Tolomeo XII Neos Dionysos, che tiene i suoi nemici per i capelli davanti a Horus e sta per spaccargli il cranio; questa è la classica posa propagandistica dell'onnipotente faraone.

Dietro questa pilone, la corte delle offerte è circondata su tre lati da 32 colonne, ciascuna con diversi capitelli floreali. Le pareti sono anche decorate con rilievi, tra cui la "Festa del Bello Incontro" proprio all'interno dell'ingresso. L'incontro è quello di Horus di Edfu e Hathor di Dendara, che ogni anno visitavano i reciproci templi.

Una seconda serie di statue di falco Horus in granito nero un tempo fiancheggiava l'ingresso della prima sala ipostila esterna del tempio, ma oggi ne rimane solo una.  All'interno dell'ingresso della sala ipostila esterna, a sinistra e a destra, si trovano due piccole stanze: quella di destra era la biblioteca del tempio dove erano conservati i testi rituali. La camera a sinistra, invece, era la sala delle consacrazioni, una sacrestia dove venivano custodite le vesti fresche di bucato ei vasi rituali. La sala stessa ha 12 colonne e le pareti sono decorate con rilievi della fondazione del tempio.

il tempio di horus dall'interno

Cosa è successo al tempio di Edfu?

Il tempio di Edfu cadde in disuso come monumento religioso in seguito alla persecuzione dei pagani da parte di Teodosio I e all'editto che vietava il culto non cristiano all'interno dell'Impero Romano nel 391. Molti dei rilievi scolpiti del tempio furono rasi al suolo dai seguaci della fede cristiana che vennero per dominare l'Egitto. Si ritiene che il soffitto annerito della sala ipostila, oggi visible, sia il risultato di un incendio doloso destinato a distruggere l'immaginario religioso che allora era considerato pagano.

Nel corso dei secoli, il tempio fu sepolto a una profondità di 12 metri (39 piedi) sotto la sabbia del deserto alla deriva e strati di limo fluviale depositati dal Nilo. Solo la parte superiore dei piloni del tempio era visibile nel 1798, quando il tempio fu identificato da una spedizione francese. Nel 1860 Auguste Mariette, un egittologo francese, iniziò i lavori per liberare il tempio di Edfu dalle sabbie.

Il Tempio di Edfu è quasi intatto ed è un ottimo esempio di antico tempio egizio. Il suo significato archeologico e l'alto stato di conservazione ne hanno fatto un centro per il turismo in Egitto e una tappa frequente per i numerosi battelli fluviali che navigano sul Nilo. Nel 2005, l'accesso al tempio è stato rinnovato con l'aggiunta di un centro visitatori e di un parcheggio pavimentato. Alla fine del 2006 è stato aggiunto un sofisticato sistema di illuminazione per consentire le visite notturne.

Prenota ora la tua Vacanza in Egitto  

commenti dei clienti

Roberto conti

Roberto conti

E' stato il viaggio piu' bello in vita mia con "viaggio in Egitto",gentili ,preparati e professionali ,grazie di tutto

Angela russo

Angela russo

Il nostro viaggio non poteva essere migliore di quello abbiamo visto! l tutto e' andato benissimo grazie a viaggio in Egitto staff

Cristina d'angelo

Cristina d'angelo

Abbiamo prenotato la crociera sul Nilo che era bellissima,pulita,moderna ed i servizi sono ottimi! e la nostra guida e' stato bravissimo.Grazie

Paolo Rizzo

Paolo Rizzo

Ho acquistato un pacchetto Egitto e Giordania e siamo rimasti molto soddisfatti! sicuramente il nostro prossimo viaggio sara' con voi


Domande frequenti

Fare fotografie e' permesso nella maggior parte dei siti di interesse storico e dei musei, anche se in alcuni potrebbe esserVi richiesto un sovrapprezzo sul costo del biglietto per l'entrata se muniti di macchina fotografica. In alcuni musei, come il Museo Egizio, e altri siti di interesse turistico come la Valle dei Re a Luxor, tale attività' non e' permessa e ai visitatori viene richiesto di lasciare la macchina fotografica all'ingresso.

In molte aree turistiche egiziane tali raccomandazioni non sono necessarie; in località' meno turistiche si raccomanda invece un abbigliamento consono. Di fatto, le donne dovrebbero evitare un abbigliamento troppo succinto, collane appariscenti, tenere le spalle e le ginocchia coperte, durante le visite delle Moschee di consiglia di avere una sciarpa, e in alcune moschee alle donne sarà' chiesto di coprire la testa e magari anche le braccia e le gambe. Sia alle donne che agli uomini sarà' chiesto di togliersi le scarpe prima dell'ingresso.

Ci sono tutti i tipi di strutture in Egitto iniziando  dagli hotel di lusso al semplice ostello. I piu' belli alberghi delle catene internazionali, come Movenpick, Hilton, Four Season, Sofitel, eguagliano il livello delle strutture di lusso di tutto il mondo.

Ad un altro livello si collocano gli alberghi locali, per i quali e' possibile trovare vari livelli e stili, dal lusso al sobrio. Gli alberghi egiziani hanno una loro classificazione che li colloca genericamente in una scala a 5 stelle, differente da quella usata ovunque negli standard internazionali.

Non ci sono vaccinazioni obbligatorie ma  comunque e’ raccomandabile per gli anziani e per  i bambini piccoli il vaccino contro l'Epatite C, il Tifo ed il richiamo per il Tetano


Visualizza tutto