Nile Cruises
Nile Cruises

Tour wiki

Museo egizio

Il museo egizio

Scopri con noi il museo egizio piu' antico nel mondo e leggi qui tutto quello che ti interessa saperlo riguardo la cultura egiziana e la collezione del museo


Museo egizio

Il museo Egizio

Pochi paesi hanno la quantità e la qualità di antichi manufatti che l'Egitto possiede. L'Egitto ha una gamma inimmaginabile di antichi tesori che hanno affascinato il mondo per migliaia di anni. Con nessun posto abbastanza vicino per tutto questo, il Museo Egizio del Cairo sembra essere l'armadio di un accaparratore di tutte le cose antiche e grandi sull'Egitto piuttosto che un museo di classe mondiale. Con un breve lasso di tempo, il museo può essere un po’ scoraggiante da coprire ma non temere! Con la nostra guida alle attrazioni del museo, puoi essere preparato con successo alla tua visita e non perdere nulla di cui ti pentirai in seguito!


Museo egizio

Gli oggetti da Vedere nel Museo egizio

Antico regno
La prima stanza di fronte a te mentre entri nell'edificio è piena di enormi statue e una serie di sarcofagi, ma alcuni degli oggetti più importanti nella stanza sono piccoli e facili da perdere. La più significativa è la tavolozza Narmer alla tua destra che raffigura il faraone Narmer con le corone dell'Alto e del Basso Egitto, che segna la nascita dell'antica civiltà egizia. La pietra rappresenta l'inizio delle trenta dinastie che avrebbero governato l'antico Egitto. Interessante anche una piccola rappresentazione in argilla di una testa umana, che è la più antica scoperta in Egitto, risalente a circa 6000 anni fa.
Una delle sculture più imponenti e intatte del periodo dell’antico Regno si trova nella sala 47. Le triadi dello scisto nero raffigurano il faraone Micerino (2532-2593 a.C.) lungo il lato della dea Hathor da un lato e un nome dall'altro, che differisce a seconda su quale triade stai guardando. La conservazione è straordinaria.

Anche la sala 42 è da non perdere in quanto contiene alcuni dei capolavori dell’antico regno del museo. Davanti e al centro della stanza c'è la Statua di Khafre, che risale al 2558-2532 a.C. Anche nella stanza è la statua in legno incredibilmente ben conservata di Ka-Aper, un ricco egiziano antico il cui aspetto è conservato per sempre nella sua statua. Vicino alla porta della stanza, puoi riconoscere l'attento Scriba Seduto dalla banconota da duecento sterline egiziane. Accendi una luce nei suoi occhi e vedrai quanto sia davvero affascinante questa statua.
Interessante anche la statua di Zoser che governò l'Egitto dal 2667-2648 a.C. ed è famosa soprattutto per la costruzione della più antica piramide conosciuta al mondo a Saqqara. Lo puoi trovare nella stanza 48.

Medio regno
Il primo sovrano del Medio Regno è raffigurato nella Sala 26 come la Statua di Montuhotep II, che regnò tra il 2055-2004 a.C. La stanza 21 ospita le Sfingi di granito grigio che offrono un netto contrasto con la sfinge più famosa trovata nel complesso di Giza. Piuttosto che l'aspetto del faraone della Grande Sfinge, queste statue assomigliano più da vicino a un leone con un volto umano inserito nella sua criniera folta. I pezzi risalgono alla regola di Amenemhat tra il 1855-1808 a.C.

Al secondo piano, i Modelli del medio Regno nelle sale 37, 32 e 27 offrono una versione diorama della vita nell'antico Egitto. La stanza 37 contiene modelli di eserciti egiziani con figure dalla pelle più scura che rappresentano i soldati di Nubian decenti. Le sale 32 e 27 mostrano attività egiziane quotidiane di quasi 4000 anni fa. I modelli raffigurano scene di antichi pescatori che pescano, raccolgono il raccolto, contano il bestiame e lavorano nei negozi di falegnameria e tessitura.

Nuovo regno
Per avere un assaggio delle tombe e dei templi che verranno altrove in Egitto, non perdere la Sala 12 che contiene la Cappella di arenaria, un Santuario di Hathor dedicato alla Dea che include una rappresentazione del faraone Tuthmosis (1427-1400 a.C.) che viene allattato da Hathor nella sua forma di mucca. Sul retro del primo piano, la Sala 3 è dedicata al regno di Akhenaton (1352-1336 a.C.) che offre oggetti unici della regola del Faraone. Lo stile artistico del periodo di tempo è in netto contrasto con altri periodi di tempo, con le sue rappresentazioni umane astratte e l'enfasi del nuovo e breve dio del sole Aten. Dai un'occhiata ai rilievi nella stanza, che raffigurano Aten come un disco con raggi a forma di mani distese. Assicurati anche di ispezionare il centro della stanza, un sarcofago di vetro completamente intatto.

Per una rappresentazione insolita del faraone più famoso dell'Egitto, controlla il corridoio noto come Sala 10 per la gigantesca statua di Ramses II raffigurata come un ragazzo. La versione infantile dell'imperatore è inginocchiata di fronte a un robusto falco raffigurante il dio Horus.
Le tombe reali di Tanis che coprono i tesori dei faraoni della 21a e 22a dinastia contengono oggetti belli e preziosi come quelli trovati nella tomba del re Tut. La stanza è spesso vuota, tuttavia, poiché molte persone mancano di corsa per dare un'occhiata alla maschera funeraria di King Tut nella stanza accanto. Di tutti i tesori in questa stanza, la maschera della morte di Psusennes I è la più impressionante.
Stanze della mummia

Non capita spesso di trovarsi faccia a faccia con un essere umano di oltre 3000 anni, ma nelle stanze 56 e 46 ne puoi vedere dozzine. Dal Nuovo Regno, gli antichi egizi avevano perfezionato l'arte della mummificazione, come è evidente dai resti disposti in queste stanze. Alcuni dei più grandi faraoni egiziani sono esposti nella sala 56 da Seti I e Ramses II al faraone femmina Hatshepsut. La conservazione è piuttosto inquietante, poiché molti mantengono i loro capelli grigi e sottili e le loro caratteristiche dettagliate, che sembrano riposare nell'eternità.

La stanza 46 ha reali meno conosciuti ma è altrettanto interessante della stanza 56. Appena fuori dalla stanza, assicurati di controllare la regina Tiy con la maggior parte dei suoi lunghi capelli fluenti intatti. All'interno, una delle mummie più interessanti è quella di Nedjmet che indossa una parrucca riccia e gli fa sostituire gli occhi con pietre bianche e nere.

Gioielli antichi egiziani
La sala 4 contiene gran parte dei metalli preziosi del museo che si estendono dalle prime dinastie fino al dominio sotto Roma

commenti dei clienti

Roberto conti

Roberto conti

E' stato il viaggio piu' bello in vita mia con "viaggio in Egitto",gentili ,preparati e professionali ,grazie di tutto

Angela russo

Angela russo

Il nostro viaggio non poteva essere migliore di quello abbiamo visto! l tutto e' andato benissimo grazie a viaggio in Egitto staff

Cristina d'angelo

Cristina d'angelo

Abbiamo prenotato la crociera sul Nilo che era bellissima,pulita,moderna ed i servizi sono ottimi! e la nostra guida e' stato bravissimo.Grazie

Paolo Rizzo

Paolo Rizzo

Ho acquistato un pacchetto Egitto e Giordania e siamo rimasti molto soddisfatti! sicuramente il nostro prossimo viaggio sara' con voi


FAQs

Fare fotografie e' permesso nella maggior parte dei siti di interesse storico e dei musei, anche se in alcuni potrebbe esserVi richiesto un sovrapprezzo sul costo del biglietto per l'entrata se muniti di macchina fotografica. In alcuni musei, come il Museo Egizio, e altri siti di interesse turistico come la Valle dei Re a Luxor, tale attività' non e' permessa e ai visitatori viene richiesto di lasciare la macchina fotografica all'ingresso.

In molte aree turistiche egiziane tali raccomandazioni non sono necessarie; in località' meno turistiche si raccomanda invece un abbigliamento consono. Di fatto, le donne dovrebbero evitare un abbigliamento troppo succinto, collane appariscenti, tenere le spalle e le ginocchia coperte, durante le visite delle Moschee di consiglia di avere una sciarpa, e in alcune moschee alle donne sarà' chiesto di coprire la testa e magari anche le braccia e le gambe. Sia alle donne che agli uomini sarà' chiesto di togliersi le scarpe prima dell'ingresso.

Ci sono tutti i tipi di strutture in Egitto iniziando  dagli hotel di lusso al semplice ostello. I piu' belli alberghi delle catene internazionali, come Movenpick, Hilton, Four Season, Sofitel, eguagliano il livello delle strutture di lusso di tutto il mondo.

Ad un altro livello si collocano gli alberghi locali, per i quali e' possibile trovare vari livelli e stili, dal lusso al sobrio. Gli alberghi egiziani hanno una loro classificazione che li colloca genericamente in una scala a 5 stelle, differente da quella usata ovunque negli standard internazionali.

Non ci sono vaccinazioni obbligatorie ma  comunque e’ raccomandabile per gli anziani e per  i bambini piccoli il vaccino contro l'Epatite C, il Tifo ed il richiamo per il Tetano


Visualizza tutto