Il tempio di Dendera: la storia completa

Questo artocolo ti da l'opportunità di scoprire lo splendore della architettura egiziana al Tempio di Dandara.

Il Tempio di Dendera si considera uno dei templi ben conservati in tutto l‘Egitto. Questo tempio situato a 2,5 KM dalla località di Dendera o " Iunet in antico egizio " che si trova sulla riva occidentale del Nilo a circa 4 km a nord di una città chiamata Qena e a 615 km dal Cairo e a circa 60 KM da Luxor.

Il complesso templare di Dendera è piuttosto grande e vanta una basilica, due case natale, un lago sacro e numerosi altri templi e santuari all'interno delle sue mura. Il tempio di Dendera dimostra al mondo la bellezza dei templi degli antichi Egizi grazie ai suoi colori ben conservati e le iscrizioni rituali di grande suggestione.

Le strutture del sito provengono da un assortimento di diverse epoche dell'antico Egitto, con monumenti del Medio Regno, del periodo tolemaico romano.
Ci sono prove che il primo edificio sul sito sia sorto intorno al 2250 a.C., ma le strutture in piedi risalgono principalmente all'era tolemaica in avanti. 

Non perdere tempo e Prenota ora il tuo prossimo Viaggio in Egitto!

Il Tempio di Dendera

La storia di Dandara 


Fin dai tempi più antichi Dendera doveva avere un santuario, più volte distrutto e ricostruito; tuttavia, l'attuale complesso risale al periodo tardo tolemaico e romano come abbiamo menzionato prima. Questo spiega la prevalenza di uno stile magnificamente scenografico, meno severo di quello dei più antichi templi egizi, ben evidente in questa litografia, che mostra l'interno della prima sala ipostila, una magnifica camera profonda oltre 80 piedi, caratterizzata da 18 enormi colonne ricoperte di bassorilievi.

I templi di Dendera non presentano il pilone solitamente presente nell'architettura sacra egizia; la facciata dell'edificio è formata da una massiccia struttura che misura 139 piedi di larghezza per 60 piedi di altezza, con sei colonne sulla facciata su cui poggia un imponente cornicione. All'interno, altre 18 colonne stanno su tre file; tutti i capitelli riproducevano le fattezze della dea protettrice del luogo. 

Prenota una Crociera sul Nilo da qui!

il Tempio di Hathor

Nel 1995 a.C., probabilmente iniziò la costruzione del monumento Mentuhotep II, la struttura più antica esistente quando il sito fu riscoperto. Da allora il monumento a Mentuhotep è stato spostato al Cairo. La struttura più antica attualmente esistente è di Nectanebo II. Detto questo, potrebbe essere più accurato dire che la struttura come sappiamo iniziò nel 54 a.C., quando iniziò la costruzione del Tempio di Hathor, la struttura più importante del complesso di Dendera.

Il Tempio di Hathor è oggi uno dei siti di antichità meglio conservati in Egitto ed è un eccellente esempio di architettura tradizionale faraonica. Il Tempio di Hathor fu costruito principalmente durante la dinastia tolemaica, che era un periodo di dominio greco in Egitto. 

al Tempio ci sono iscrizioni che rendeno omaggio al dio dell'antico Egitto Hathor e altri rilievi a carattere mitologico che decorano questo splendido tempio greco-romano.

La costruzione del tempio di Dendera è stata iniziata durante il regno di Nectanebo II (360 a.C. - 343 a.C.), che era l’ultimo sovrano di origine egizia ad aver regnato sulle Due Terre ed è stato completato durante il regno di Roma.

il tempio di dandara a luxor

Le mure di questo splendido tempio hanno ancora segni di incisioni e mostrano un ottimo stato di colorazione originaria. Dal tetto del tempio di Dendera puoi vedere una bellissima panorama sulla cinta muraria realizzata con mattoni di fango che ancora circonda il complesso.  

Tuttavia, la costruzione del tempio fu completata sotto l'imperatore romano Traiano, che è raffigurato sulle pareti del complesso mentre fa offerte ad Hathor. Il complesso del tempio comprende anche una porta monumentale, fatta costruire da Traiano e da Domiziano, altro imperatore romano. Questo sito era un centro del culto di Hathor. Si credeva che durante un periodo noto come la Felice Riunione, Hathor si sarebbe recata dal suo tempio a Dendera per trascorrere del tempo con suo marito, Horus, nel suo tempio di Edfu.

Questa "riunione" era un evento annuale e, alla fine della celebrazione, si pensava che il ritorno di Hathor a Dendera segnasse l'inizio ufficiale della stagione delle inondazioni del Nilo. Il tempio originariamente ospitava il famoso Zodiaco di Dendera. Questo bassorilievo con figure umane e animali rappresentava un cielo notturno, ed è stato trovato sul soffitto di una cappella del Tempio di Hathor.

Goditi un Viaggio al Cairo e Luxor!


Gli egittologi hanno stabilito che dovrebbe essere interpretato come una mappa del cielo piuttosto che un gigantesco oroscopo o uno strumento astrologico. Lo Zodiaco di Dendera fu trasportato in Francia nel 1821, con il permesso di Mohamed Ali Pasha, che all'epoca era il viceré turco d'Egitto. Il governo egiziano ne ha chiesto il ritorno ma purtroppo è attualmente in mostra al Louvre di Parigi.

Durante la tua visita al tempio di Dendera dovresti dedicare un pò di tempo per scoprire i dintorni del tempio, oltre alla possibilità di visitare il Tempio di di Abydos che si trova a circa 35 miglia a nord di Luxor cioè meno di un ora in macchina.

Personalizza ora il tuo viaggio dei sogni in Egitto per aver l'occasione di visitare le piramidi e tutte le mete famose!

commenti dei clienti

Roberto conti

Roberto conti

E' stato il viaggio piu' bello in vita mia con "viaggio in Egitto",gentili ,preparati e professionali ,grazie di tutto

Angela russo

Angela russo

Il nostro viaggio non poteva essere migliore di quello abbiamo visto! l tutto e' andato benissimo grazie a viaggio in Egitto staff

Cristina d'angelo

Cristina d'angelo

Abbiamo prenotato la crociera sul Nilo che era bellissima,pulita,moderna ed i servizi sono ottimi! e la nostra guida e' stato bravissimo.Grazie

Paolo Rizzo

Paolo Rizzo

Ho acquistato un pacchetto Egitto e Giordania e siamo rimasti molto soddisfatti! sicuramente il nostro prossimo viaggio sara' con voi


Domande frequenti

Fare fotografie e' permesso nella maggior parte dei siti di interesse storico e dei musei, anche se in alcuni potrebbe esserVi richiesto un sovrapprezzo sul costo del biglietto per l'entrata se muniti di macchina fotografica. In alcuni musei, come il Museo Egizio, e altri siti di interesse turistico come la Valle dei Re a Luxor, tale attività' non e' permessa e ai visitatori viene richiesto di lasciare la macchina fotografica all'ingresso.

In molte aree turistiche egiziane tali raccomandazioni non sono necessarie; in località' meno turistiche si raccomanda invece un abbigliamento consono. Di fatto, le donne dovrebbero evitare un abbigliamento troppo succinto, collane appariscenti, tenere le spalle e le ginocchia coperte, durante le visite delle Moschee di consiglia di avere una sciarpa, e in alcune moschee alle donne sarà' chiesto di coprire la testa e magari anche le braccia e le gambe. Sia alle donne che agli uomini sarà' chiesto di togliersi le scarpe prima dell'ingresso.

Ci sono tutti i tipi di strutture in Egitto iniziando  dagli hotel di lusso al semplice ostello. I piu' belli alberghi delle catene internazionali, come Movenpick, Hilton, Four Season, Sofitel, eguagliano il livello delle strutture di lusso di tutto il mondo.

Ad un altro livello si collocano gli alberghi locali, per i quali e' possibile trovare vari livelli e stili, dal lusso al sobrio. Gli alberghi egiziani hanno una loro classificazione che li colloca genericamente in una scala a 5 stelle, differente da quella usata ovunque negli standard internazionali.

Non ci sono vaccinazioni obbligatorie ma  comunque e’ raccomandabile per gli anziani e per  i bambini piccoli il vaccino contro l'Epatite C, il Tifo ed il richiamo per il Tetano


Visualizza tutto