La moschea di al-Husayn al Cairo in Egitto

Durante la tua tappa di viaggio in Egitto ti troverai sicuramente a fare un giro turistico nella capitale, la stupenda città del Cairo con le sue moschee, il mercato orientale di Khan el Khalili, il museo Egizio e naturalmente le tre piramidi di Giza con la Sfinge a loro guardia. 

Una delle moschee imperdibili da visitare durante questa tappa al Cairo è sicuramente la moschea di Sayyidna al-Husayn, molto vicina al Suq, ovvero il mercato arabo all’aperto di Khan al Khalili. 

In questo articolo puoi scoprire le sue caratteristiche più importanti e affascinanti, che devi conoscere prima della visita sul posto. 

Prenota ora il tuo viaggio in Egitto!

festività islamiche, la moschea di al husayn

Dove si trova la moschea di al-Husayn del Cairo?

Il quartiere in cui è situata la moschea di Al-Husayn è lo stesso in cui si trova il fantastico mercato orientale di Khan el Khalili, nella parte più antica della città, nelle vicinanze anche della strada di al-Muizz, piena di moschee e scuole coraniche tutte da scoprire che racchiudono il cuore islamico del Cairo. 

Inoltre, la grande moschea di al-Azhar si trova nei pressi della moschea di al-Husayn, che da il suo nome anche al quartiere in cui è localizzata, al-Husayn. 

Dopo un giro tra i vicoli del Bazaar Khan al Khalili, dove di sicuro le spezie, i mille colori e suoni del mercato ti avranno inebriato, puoi sbucare sulla piazza prospicente alla moschea di al-Husayn, che di solito ospita moltissimi fedeli, specialmente il Venerdì e particolarmente durante le festività islamiche del calendario lunare.

Anche i complessi di Qalawun, con moschea e mausoleo, dalla bellezza intrigante, la casa del nobile mamelucco Bait al-Suhaimi, e la moschea di Ibn Tulun si trovano dei paraggi del quartiere di al-Husayn. 

Che aspetti? Compila ora il modulo e prenota la tua visita guidata alla moschea di al-Husayn!

Festività islamiche, la notte alla moschea del cairo

Quando è stata costruita la moschea di al-Husayn del Cairo?

La costruzione della moschea di al-Husayn risale al tempo della dominazione fatimide del Cairo, nel X secolo d.C. L’anno di costruzione della moschea è il 1154, per volere di uno dei califfi fatimidi che fece inizialmente portare al Cairo la reliquia della testa di al-Husayn. 

Al-Husayn fu uno dei due nipoti per parte di madre del Profeta Maometto, ucciso in Iraq in una congiura. Il nipote del Profeta è venerato nel culto islamico, e particolarmente in quello sciita, ramo di cui la dinastia fatimide faceva parte. 

Non è ancora ben chiaro se nel mausoleo che si trova esattamente sotto alla moschea di al-Husayn sia effettivamente conservata la testa di al-Husayn, ma questo mausoleo è comunque venerato ancora oggi con grande fervore da fedeli che arrivano da tutto il mondo islamico. 

La tradizione secondo cui da Kerbala in Iraq la testa del martire sia stata trasportata per volere dei califfi sino nella capitale egiziana del regno fatimide non è attestabile con certezza. 

La ricostruzione della moschea antica si deve alle opere di rifacimento del Cairo del sultano turco Muhammad Ali Pasha nel XIX secolo, ed essa mostra chiaramente uno stile neo-gotico nella ristrutturazione della moschea. 

Lo stile invece fatimide è stato conservato solamente dal mausoleo della testa di al-Husayn, all’interno del perimetro della moschea.

Leggi anche:
Cairo vita notturna: 7 cose da fare di notte
Immersioni in Egitto: 6 siti di immersione da non perdere

Festività islamiche, la grande moschea

Quali sono le cose da non perdere alla moschea di al-Husayn del Cairo?

Durante la visita alla moschea di al-Husayn non perderti una visita all’interno del Mausoleo della reliquia di al-Husayn del Cairo, decorato riccamente con detti profetici in caratteri arabi cufici lungo le sue pareti, un luogo pieno di spiritualità visitato da migliaia di fedeli ogni giorno. 

Non perdere inoltre la visita al manoscritto coranico più antico del mondo, anche questo conservato all’interno dei locali della moschea di al-Husayn. 

Questo manoscritto, secondo la tradizione, fu tracciato a mano su oltre 500 fogli di pergamena dai primi compagni del Profeta, e fu di proprietà del terzo califfo della storia dell’Islam, Othman. 

In una cripta anche questa riccamente decorata e chiusa da una porta con intarsi in oro e argento adiacente alla moschea sono conservati come reliquie alcuni oggetti che sarebbero appartenuti, secondo la tradizione, al Profeta Maometto stesso, tra cui un pezzo di stoffa, una lanterna, una staffa, una spada inviatagli in dono da un seguace.

Festività islamiche, la moschea al cairo

Nei dintorni della moschea di al-Husayn del Cairo

Una visita al quartiere di al-Husayn sarà coronata sicuramente dall’ingresso nella sua moschea e al suo mausoleo, ma le cose da ammirare in questa zona del Cairo sono veramente innumerevoli. 

La moschea stessa di al-Husayn si trova su una piazza su cui sbuca uno dei vicoletti del suq (mercato tradizionale arabo) di Khan el Khalili, una delle attrazioni imperdibili del Cairo. Fare acquisti in questo mercato è certamente un’esperienza indimenticabile che ti porterai a casa dal tuo viaggio in Egitto. 

Una miriade di colori, profumi, essenze delle spezie, suoni e voci particolari ti lasceranno sicuramente senza fiato dopo un giro tra le stradine del mercato. 

Assicurati di passeggiare al tramonto anche sulla strada di al-Muezz, un vero concentrato di Storia, tra moschee, mausolei e scuole coraniche medievali dalla bellezza affascinante ancora oggi. 

La moschea di al-Azhar, centro dell’Islam sunnita per tutto il mondo musulmano, è un altro luogo imperdibile da visitare durante il tuo viaggio in Egitto. 

Essa è situata a poca distanza dalla moschea di al-Husayn, che invece è forse il baluardo dello sciismo in Egitto, visto il culto dell’Imam Husayn praticato al suo interno. 

Festività islamiche, le donne pregano nella moschea

Quando visitare la moschea di al-Husayn del Cairo?

Il momento ideale per visitare la moschea di al-Husayn in tutto il suo splendore è al momento del tramonto, perchè quando cala la notte la piazza prospiciente alla moschea e le mura della moschea stessa sono illuminate da un sistema di luci molto bello, che crea un’atmosfera di spiritualità davvero emozionante. 

Inoltre, le festività islamiche sono momenti in cui la moschea è particolarmente visitata dai fedeli e la piazza è sempre affollata, specialmente durante le notti del mese di Ramadan. 

Le festività principali del calendario islamico sono Eid al Fitr (la festa di fine del Ramadan, in cui si celebra la rottura del digiuno di trenta giorni), Eid el Adha (la festa del sacrificio che celebra l’alleanza tra Dio e Abramo che avrebbe sacrificato suo figlio Ismaele se Dio lo avesse voluto).

C’è inoltre in Egitto una grande tradizione di festeggiamenti per celebrazione del Mawlid, ovvero del compleanno del Profeta Maometto, in particolare presso la moschea di Al Husayn. 

Il capodanno islamico, ovvero la fine dell’anno secondo il calendario lunare, è un’altra occasione di celebrazione nel mondo islamico.

Festività islamiche, celebrazione al Cairo

Specialmente se la tua vacanza in Egitto si svolgerà durante il periodo delle festività islamiche maggiori, non perderti una visita alla moschea di al-Husayn nel bellissimo quartiere islamico del Cairo, per vivere in un’atmosfera unica di spiritualità. Non perderti tutta la magia del quartiere più antico.

prenota ora il tuo tour guidato, compila il form!

Festività islamiche, egitto

commenti dei clienti



Domande frequenti

Fare fotografie e' permesso nella maggior parte dei siti di interesse storico e dei musei, anche se in alcuni potrebbe esserVi richiesto un sovrapprezzo sul costo del biglietto per l'entrata se muniti di macchina fotografica. In alcuni musei, come il Museo Egizio, e altri siti di interesse turistico come la Valle dei Re a Luxor, tale attività' non e' permessa e ai visitatori viene richiesto di lasciare la macchina fotografica all'ingresso.

In molte aree turistiche egiziane tali raccomandazioni non sono necessarie; in località' meno turistiche si raccomanda invece un abbigliamento consono. Di fatto, le donne dovrebbero evitare un abbigliamento troppo succinto, collane appariscenti, tenere le spalle e le ginocchia coperte, durante le visite delle Moschee di consiglia di avere una sciarpa, e in alcune moschee alle donne sarà' chiesto di coprire la testa e magari anche le braccia e le gambe. Sia alle donne che agli uomini sarà' chiesto di togliersi le scarpe prima dell'ingresso.

Ci sono tutti i tipi di strutture in Egitto iniziando  dagli hotel di lusso al semplice ostello. I piu' belli alberghi delle catene internazionali, come Movenpick, Hilton, Four Season, Sofitel, eguagliano il livello delle strutture di lusso di tutto il mondo.

Ad un altro livello si collocano gli alberghi locali, per i quali e' possibile trovare vari livelli e stili, dal lusso al sobrio. Gli alberghi egiziani hanno una loro classificazione che li colloca genericamente in una scala a 5 stelle, differente da quella usata ovunque negli standard internazionali.

Non ci sono vaccinazioni obbligatorie ma  comunque e’ raccomandabile per gli anziani e per  i bambini piccoli il vaccino contro l'Epatite C, il Tifo ed il richiamo per il Tetano


Visualizza tutto