La Piramide di Cheope: costruzione e mestieri

L’Egitto è un paese dove puoi scoprire le attrazioni più famose al mondo. Le tre piramidi di Giza, che ospitano le tombe di antichi faraoni, sono una delle Sette Meraviglie del mondo antico più misteriose del mondo antico (e l'unica ancora in piedi). In questo articolo parliamo della grande piramide di Cheope. 

Cosa troviamo nei dintorni della Grande Piramide?

La piramide di Cheope è la più grande e maestosa delle tre piramidi che i turisti da tutto il mondo vengono ad ammirare a Giza, il quartiere occidentale della immensa capitale egiziana, il Cairo. Forse non lo ricordate, ma il complesso monumentale delle Piramidi di Giza è stato classificato al primo posto tra le sette meraviglie del mondo antico. 

La Necropoli di Giza contiene le tre famosissime Piramidi egizie, la grande Piramide, o la Piramide di Cheope,  la Piramide di Chefren, mediana, e quella di Micerino, la più piccola, oltre alle meraviglie della Sfinge, delle barche solari, e al Tempio della Valle.

Vuoi visitare le Piramidi? Dai un'occhiata sulle nostre offerte di Viaggio in Egitto

un uomo davanti la piramide di cheope

La titanica costruzione delle Piramidi

La Piramide di Cheope è stata costruita durante il IV Regno, come sepoltura per l’omonimo faraone, che in lingua egizia antica si chiamava Khufu, e deve essere stata ultimata (secondo la più accreditata delle ipotesi) intorno al 2560 aC, dopo 27 anni di lavoro ininterrotti. 

Il faraone Khufu ed il figlio Chefren, sepolto nella piramide mediana in altezza, sarebbero stati, secondo i resoconti degli storici greci, dei sovrani tiranni, mentre il nipote Micerino, ellenizzazione del nome egizio Menkaura, avrebbe invece governato il popolo con mitezza e magnanimità, e la sua piramide, sebbene sia la più piccola, gareggia con le altre in bellezza. 

Se il suo progetto iniziale fosse stato portato a termine, avrebbe dovuto essere ricoperta con blocchi di magnifico granito rosso. Come gli antichi egizi riuscissero a tagliare blocchi di granito?  Materiale che usarono anche per la costruzioni di diversi obelischi sparsi per l’Egitto, una delle pietre qualitativamente più dure al mondo, resta tutt’oggi un mistero, visto che avevano a loro disposizione solamente metalli troppo morbidi per il taglio del granito.

I capolavori dell’ingegneria egizia

Per avere un’idea della portata di un’impresa come la costruzione della Grande Piramide, quella di Cheope, che potrai esplorare durante il tuo tour alla piana di Giza, basta calcolare il tempo necessario per erigerla: essa è costituita da 2’300’000 blocchi di pietra ognuno del peso di 2,5 tonnellate, che ininterrottamente per 27 anni, sarebbero stati posti uno sull’altro alla velocità di un blocco ogni 6 minuti, giorno e notte. 

Ma i misteri relativi alle tecnologie utilizzate per la costruzione di tali edifici durante il Medio Regno dell’Antico Egitto sono innumerevoli. 

Ti sei mai chiesto da dove arrivasse il granito impiegato per le Piramidi? I milioni di blocchi furono estratti dalle cave di pietra presenti nel Sud dell’Egitto, e trasportati attraverso i canali del Nilo su fino alla base del Delta, a Giza. 

Il trasporto di milioni di tonnellate di granito avvenne attraverso tecniche idrauliche stupefacenti per il mondo antico. Attraverso una lunghissima rampa in sabbia poi, sempre grazie ad un sistema di leve idrauliche, gli Egizi riuscirono a trascinare i blocchi calcarei fino alla cima della piramide. Secondo i libri di Storia, durante i mesi estivi in cui il Nilo esondava, era obbligo di ogni contadino egizio, impossibilitato a lavorare nei campi allagati, prestarsi come manovale per la costruzione delle gloriose sepolture faraoniche " le piramidi ".

Cosa ne pensi di fare una crociera sul Nilo? prenota la tua vacanza qui!

la piramide di cheope

Altezza record attraverso i millenni

La Piramide del faraone Cheope è rimasta per 3800 anni la costruzione umana più alta del mondo, con i suoi 138,8 metri di altezza, superata poi solo nel 1300 dalla guglia della cattedrale gotica di Lincoln, in Inghilterra. Al momento del completamento dei lavori, la Piramide di Cheope doveva luccicare meravigliosamente, in quanto era ricoperta da blocchi di calcare bianco. 

La copertura fu distrutta nel XIV secolo dC da un evento sismico che non lasciò altro della copertura bianca originale che pochi blocchi ancora visibili alla base della Piramide. La piramide di Cheope all’epoca della costruzione era alta 146 m, ma la perdita della copertura bianca e la naturale erosione da parte di agenti atmosferici hanno diminuito la sua altezza di alcuni metri. 

I lati della base della piramide misurano ognuno 230 m, per un totale di quasi un chilometro da percorrere per camminare tutto intorno alla gigantesca costruzione.

Solo delle semplici tombe regali?

Abbiamo sempre pensato, noi comuni mortali, che i faraoni volessero farsi costruire memorabili tombe in forma di piramide per l'altra vita eterna dopo la loro morte e sepoltura, eppure, dietro alle piramidi della piana di Giza ruotano misteri senza risposta. All’interno della Piramide di Cheope, infatti, non è stata ritrovata alcuna traccia della effettiva sepoltura del faraone, e della regina consorte. 

La piramide racchiude al suo interno tre camere considerate dagli archeologi e studiosi camere mortuarie, ma che nei fatti non contengono alcun sarcofago: la camera cosiddetta ipogea, scavata nella viva roccia sottostante la piramide, raggiungibile attraverso uno strettissimo cunicolo tra i blocchi di pietra, la camera della Regina consorte sovrastante e la camera del Faraone ancora superiore, sono state tutte ritrovate vuote.

Molte delle sepolture egizie e dei templi, nel corso di secoli e millenni, hanno subito la visita dei tombaroli, ladri di tombe attivi sin dall’epoca più antica dovunque esistessere tesori da disseppellire, ma la storia della Piramide di Cheope è diversa ed affascinante.


Leggi anche: Cosa vedere in Egitto? 10 posti da visitare

la piramide di cheope

Un’esperienza imperdibile!

Durante il tuo viaggio in Egitto non potrai certamente mancare una visita alla piana di Giza, dove potrete ammirare le tre Piramidi ed addentrarti al loro interno, per poi camminare nell’ampio Tempio della Valle, dove veglia accovacciata da migliaia di anni la meravigliosa Sfinge. 

In ulteriori camere mortuarie sotterranee prospicienti la Piramide di Cheope sono stati ritrovati i resti delle grandiose barche solari, feluche antiche di più di 4000 anni, che sarebbero state presumibilmente utilizzate per la processione funebre del Faraone verso la destinazione finale: la Piramide. 

Da Agosto 2021 è possibile ammirare al Grande Museo Egizio del Cairo la barca solare maggiore, ritrovata in queste camere sotterranee interrata e divisa in circa 2000 pezzi, che gli archeologi hanno rimesso insieme perché ancora oggi ne possiamo osservare lo splendore.

Che aspettate ancora?

Armateti di spirito avventuriero, fai un bel respiro e scende il primo gradino verso il cuore della Piramide di Cheope. Addentrarsi tra i cunicoli più antichi del mondo sarà senza dubbio una delle esperienze più straordinarie che potrete assaporare durante il vostro viaggio in Egitto, che vi lascerà indubbiamente senza fiato. 

Non perdere tempo e prenota una Vacanza in Egitto ora!

commenti dei clienti

Roberto conti

Roberto conti

E' stato il viaggio piu' bello in vita mia con "viaggio in Egitto",gentili ,preparati e professionali ,grazie di tutto

Angela russo

Angela russo

Il nostro viaggio non poteva essere migliore di quello abbiamo visto! l tutto e' andato benissimo grazie a viaggio in Egitto staff

Cristina d'angelo

Cristina d'angelo

Abbiamo prenotato la crociera sul Nilo che era bellissima,pulita,moderna ed i servizi sono ottimi! e la nostra guida e' stato bravissimo.Grazie

Paolo Rizzo

Paolo Rizzo

Ho acquistato un pacchetto Egitto e Giordania e siamo rimasti molto soddisfatti! sicuramente il nostro prossimo viaggio sara' con voi


Domande frequenti

Fare fotografie e' permesso nella maggior parte dei siti di interesse storico e dei musei, anche se in alcuni potrebbe esserVi richiesto un sovrapprezzo sul costo del biglietto per l'entrata se muniti di macchina fotografica. In alcuni musei, come il Museo Egizio, e altri siti di interesse turistico come la Valle dei Re a Luxor, tale attività' non e' permessa e ai visitatori viene richiesto di lasciare la macchina fotografica all'ingresso.

In molte aree turistiche egiziane tali raccomandazioni non sono necessarie; in località' meno turistiche si raccomanda invece un abbigliamento consono. Di fatto, le donne dovrebbero evitare un abbigliamento troppo succinto, collane appariscenti, tenere le spalle e le ginocchia coperte, durante le visite delle Moschee di consiglia di avere una sciarpa, e in alcune moschee alle donne sarà' chiesto di coprire la testa e magari anche le braccia e le gambe. Sia alle donne che agli uomini sarà' chiesto di togliersi le scarpe prima dell'ingresso.

Ci sono tutti i tipi di strutture in Egitto iniziando  dagli hotel di lusso al semplice ostello. I piu' belli alberghi delle catene internazionali, come Movenpick, Hilton, Four Season, Sofitel, eguagliano il livello delle strutture di lusso di tutto il mondo.

Ad un altro livello si collocano gli alberghi locali, per i quali e' possibile trovare vari livelli e stili, dal lusso al sobrio. Gli alberghi egiziani hanno una loro classificazione che li colloca genericamente in una scala a 5 stelle, differente da quella usata ovunque negli standard internazionali.

Non ci sono vaccinazioni obbligatorie ma  comunque e’ raccomandabile per gli anziani e per  i bambini piccoli il vaccino contro l'Epatite C, il Tifo ed il richiamo per il Tetano


Visualizza tutto