Nile Cruises
Nile Cruises

Il Cairo copto

Il Cairo copto è la parte più antica del Cairo e precede quello che oggi è il Cairo moderno. Si ritiene che esistesse un insediamento qui già nel VI secolo a.C. Più tardi, i romani costruirono qui una fortezza che oggi conosciamo come "Babilonia". Alcune delle mura romane esistono oggi.

La chiesa sospesa - Cairo copto

Il Cairo Copto

La terra d'Egitto è davvero un piacere storico. Ma non sono solo gli antichi egizi che hanno lasciato il segno affinché tutti potessero vedere, così anche i copti, i primi cristiani subito dopo il tempo di Cristo.

Ci sono molti siti in tutto l'Egitto in cui si dice che la sacra famiglia si sia rifugiata e abbia cercato rifugio durante i tre anni trascorsi in Egitto dopo essere fuggiti dalla Giudea e dal re Erode. Molte chiese antiche sono state costruite su questi siti.

Il Cairo copto è la parte più antica del Cairo e precede quello che oggi è il Cairo moderno. Si ritiene che esistesse un insediamento qui già nel VI secolo a.C. Più tardi, i romani costruirono qui una fortezza che oggi conosciamo come "Babilonia". Alcune delle mura romane esistono oggi.

Alcune delle chiese dell'antico Cairo copto includono: le chiese e i conventi di Harat Zuwaila nell'antico Cairo; la chiesa di San Giorgio (chiesa superiore); la chiesa della Vergine Maria; e la chiesa di San Mercurio, situata nella zona fatimida del Cairo. La tradizione sostiene che questo distretto fu benedetto dalla santa famiglia durante i loro viaggi in Egitto.


La chiesa sospesa - Cairo copto

La Chiesa del Cairo copto

Il cairo quartiere copto : La chiesa sospesa viene anche chiamata come Al-Moallaqa (vuole dire la sospesa nella lingua araba). Si chiama cosi perché fu costruita sulla porta meridionale della fortezza romana. Troverai sulle rovine della fortezza romana tronchi di palme e strati di pietre che sono stati utilizzati per essere il fondamento della chiesa, questa chiesa viene considerata una chiesa unica con tetto in legno a forma di arca di Noè. Dal VII al XIII secolo, la chiesa sospesa fu la residenza del patriarca copto. 

Il miracolo di spostare la montagna Moqattam è strettamente legato ad al-Moallaqa. quando Al-Mu’izz chiese al Patriarca Abramo (975-978 di provare la verità di un versetto nella Bibbia. Al-Mu'izz ha chiesto al patriarca Abramo di spostare la montagna di Moqattam per provare le parole del Vangelo “Se hai fede delle dimensioni di un seme di senape, dirai a questa montagna: allontanati da qui al posto più basso, e rimuoverà ”(Matteo 17-20).

Dopo tre giorni di preghiera e di digiuno davanti al dipinto della Vergine Maria raffigurato su una colonna di al-Moallaqa, la Vergine Maria apparve al Patriarca Abramo in una visione e gli disse cosa fare. Il dipinto della Vergine Maria esiste nella chiesa fino ad oggi. Al-Mu’izz era convinto della verità della credenza cristiana e concesse alla Chiesa copta alcuni privilegi.

Ci sono tre santuari sul lato orientale della chiesa, quello al centro è dedicato alla Vergine Maria, quello a sinistra prende il nome da St. Giorgio e quello a destra prende il nome da Giovanni Battista. All'interno dei santuari i baldacchino dipinti sono posti sopra gli altari.

Lo schermo in legno è un'opera d'arte unica e riccamente decorata con motivi geometrici e croci in ebano e avorio.Lo schermo in legno è coronato da preziose icone, al centro Gesù in trono, a sinistra la Vergine Maria, l'Arcangelo Gabriele e San Pietro, a destra Giovanni Battista, l'Arcangelo Michele e San Paolo.15 icone descrivono la vita e la tortura di San Giorgio, 7 icone danno un'idea della vita di Giovanni Battista.

L'imponente pulpito della chiesa sospesa è del 5 ° secolo e poggia su 15 colonne gracili. Su ciascun lato del pulpito è raffigurata una croce sopra tre gradini che simboleggiano i tre giorni durante i quali Gesù Cristo era nella sua tomba e la sua risurrezione.C'è un'icona di st. Mark sulla parete meridionale della chiesa principale (San Marco è il primo Patriarca della Chiesa copta ortodossa). Un totale di 110 icone sono conservate nella chiesa sospesa, la più antica delle quali è la "Gioconda copta" risalente all'VIII secolo d.C. e che rappresenta la Vergine Maria, Gesù Cristo e Giovanni Battista. Numerose icone dell'altare risalgono al XVIII secolo d.C.

C'è una porta nell'angolo sud-est della chiesa che conduce alla parte più antica dell'edificio. Questa parte ha tre santuari sul lato orientale. Quello nel mezzo si chiama dopo St. Dimiana, quella a sinistra prende il nome da St. Takla Hymanot (un santo etiope), e quello a destra prende il nome da St. Andrea. Accanto a questi santuari si trova il battistero. C'è anche un affresco sulla parete orientale della cappella che mostra la Natività (la nascita di Cristo) e la moglie di mezzo Salome, accanto ad esso un secondo affresco di 24 uomini dell'apocalisse. Inoltre, al primo piano una chiesa dedicata a Santa Caterina. Marchio.


Il museo copto

Il museo copto

La migliore collezione di arte copta e antichità al mondo, inclusi manoscritti miniati, icone e tessuti. Istituito nel 1908 per preservare dalla distruzione i manufatti cristiani copti, questo antico edificio ristrutturato ospita la più grande collezione al mondo di arte copta. Le sue due ali contengono favolosi manufatti (sia laici che religiosi) prodotti dai copti nel corso dei secoli. Le mostre sono organizzate approssimativamente in ordine cronologico, con il piano superiore che ospita una mostra di dipinti nubiani recuperati dai villaggi prima che fossero inondati dalla diga di Assuan negli anni '50 e '60. Il museo contiene meravigliosi esempi di dipinti e tessuti, oltre a artigianato in metallo, legno, vetro e avorio. Gli appassionati di storia dovrebbero consultare i documenti di Nag Hammadi all'ultimo piano.


Sinagoga di Ben Ezra

La Sinagoga di Ben Ezra.

La sinagoga sopravvissuta più antica dell'Egitto, risalente al IX secolo e ospitata in un'antica chiesa costruita nel IV secolo. La sinagoga fu fondata nel 1115, in quella che era precedentemente una chiesa copta, quando i copti furono costretti a venderlo per raccogliere fondi per pagare le tasse a Ibn Tulun. I famosi documenti di Geniza, scoperti nel seminterrato della sinagoga, sono di grande interesse per i moderni studiosi del periodo medievale in Egitto.


Abu serga

La chiesa di Abu Serga

Abu Sarga è la chiesa più antica in Egitto, risalente al V secolo d.C., deve la sua fama ad essere stata costruita sulla cripta della Sacra Famiglia dove rimasero per tre settimane durante il loro soggiorno in Egitto.Secondo una narrazione biblica dell'evangelista Matteo (capitolo 2), la Vergine Maria, Giuseppe e il bambino Gesù fuggirono dalla Palestina in Egitto per paura della persecuzione del re ebreo Erode il Grande. La Sacra Famiglia viaggiò fino ad Assiut ("Deir el Muharraq") e sulla via del ritorno trascorse alcune settimane nell'Antico Cairo.

Questa bellissima chiesa è dedicata a due santi Sergio e Bacco che erano soldati nell'esercito romano. Erano fedeli seguaci del Signore Gesù e non accettavano gli dei romani. Per la loro fede cristiana, Sergio e Bacco alla fine subirono il martirio in Siria nel 296 durante il regno dell'imperatore romano Massimino. Le loro reliquie sono in parte custodite ad Abu Sarga e altre sono sepolte in Siria.

Dal IX al XII secolo furono eletti importanti patriarchi e numerosi vescovi consacrati ad Abu Sarga fino all'XI secolo. Sebbene la chiesa sia stata restaurata più volte (XI e XVII secolo, l'ultimo restauro fu intrapreso nel 2000), conserva ancora il suo fascino medievale.

Abu Sarga si basa su una struttura basilicana con una navata e due navate laterali. E ci sono Dodici colonne sono disposte tra la navata e le navate laterali, undici delle quali sono fatte da marmo bianco e solo una è di granito rosso. Alcune delle colonne di marmo mostrano chiare tracce di figure che probabilmente rappresentano santi. Capitelli corinzi provenienti da vecchi edifici sono collocati tra gli alberi delle colonne e gli architravi in legno. Sul lato est della chiesa, un santuario tripartito è separato dalla sala della congregazione da un imponente schermo di legno che è splendidamente decorato con ebano e avorio e la cui parte più antica risale al 13 ° secolo. Icone eccezionali con varie scene della vita di Cristo, della Vergine Maria e di vari santi abbelliscono le pareti di Abu Sarga. All'interno del suo santuario principale un baldacchino di legno sostenuto da quattro pilastri è posto sopra l'altare e dipinto con scene bibliche, tra cui Gesù Pantocratore e l'Arcangelo Gabriele che appaiono alla Vergine Maria. L'abside dietro l'altare è riccamente decorata con strisce di marmo e mosaici. Un posto clericale è incorporato nell'abside e può essere raggiunto da sette gradini.

Il tetto della chiesa è una delle caratteristiche più interessanti e si dice che sia stato costruito a forma di arca di Noè. Sul lato nord-ovest della chiesa si trova un battistero. L'ambone in marmo è una copia moderna di quello nella vicina chiesa di Santa Barbara. Parti del pulpito di legno originale furono portate al Coptic Museum e anche al British Museum di Londra. Sopra le navate laterali e di ritorno c'è una galleria con due cappelle che vengono utilizzate per il servizio privato e durante il digiuno di Pasqua. 


Chiesa di St.Samaan

E Tante altre chiese

La chiesa di San Giorgio

La chiesa di San Giorgio fu originariamente costruita nel 684 e ricostruita nel 1857. È meglio conosciuta per la sua camera nuziale, che risale al IV secolo d.C. ed era riservata alle cerimonie nuziali. È una chiesa rotonda, costruita su una torre romana della fortezza di Babilonia. Fu bruciato nel 1904 e ricostruito nel 1909. La chiesa è stata greco-ortodossa dal 15 ° secolo.

La chiesa di Santa Barbara

La chiesa di Santa Barbara è tra le chiese del Cairo copto di importanza storica. Originariamente era dedicato a San Ciro e San Giovanni che erano adorati per i loro poteri di guarigione. Una piccola chiesa nell'angolo nord-orientale dell'edificio commemora questi due martiri. I documenti del 13 ° secolo menzionano che le reliquie di Santa Barbara erano conservate in questa chiesa. Molti dei suoi oggetti preziosi, come due pannelli di porte, uno schermo di legno, un'icona e cofanetti della Bibbia furono trasferiti al vicino Museo Copto. La struttura basilicana e il santuario tripartito della chiesa ricorda da vicino quello di Abu Sarga. La chiesa di Santa Barbara ospita alcune delle icone più rare.

La Chiesa della Vergine

La Chiesa della Vergine fu costruita nell'VIII secolo d.C. ed è nella forma di una basilica. È anche conosciuta come la "Chiesa della Pentola di Basilio" alludendo all'idea che la Vergine Maria fosse la pentola in cui fu piantato il basilico, suo figlio Gesù Cristo. Ha un raffinato schermo d'altare decorato con legno intarsiato con avorio. 

commenti dei clienti

Roberto conti

Roberto conti

E' stato il viaggio piu' bello in vita mia con "viaggio in Egitto",gentili ,preparati e professionali ,grazie di tutto

Angela russo

Angela russo

Il nostro viaggio non poteva essere migliore di quello abbiamo visto! l tutto e' andato benissimo grazie a viaggio in Egitto staff

Cristina d'angelo

Cristina d'angelo

Abbiamo prenotato la crociera sul Nilo che era bellissima,pulita,moderna ed i servizi sono ottimi! e la nostra guida e' stato bravissimo.Grazie

Paolo Rizzo

Paolo Rizzo

Ho acquistato un pacchetto Egitto e Giordania e siamo rimasti molto soddisfatti! sicuramente il nostro prossimo viaggio sara' con voi


Domande frequenti

Fare fotografie e' permesso nella maggior parte dei siti di interesse storico e dei musei, anche se in alcuni potrebbe esserVi richiesto un sovrapprezzo sul costo del biglietto per l'entrata se muniti di macchina fotografica. In alcuni musei, come il Museo Egizio, e altri siti di interesse turistico come la Valle dei Re a Luxor, tale attività' non e' permessa e ai visitatori viene richiesto di lasciare la macchina fotografica all'ingresso.

In molte aree turistiche egiziane tali raccomandazioni non sono necessarie; in località' meno turistiche si raccomanda invece un abbigliamento consono. Di fatto, le donne dovrebbero evitare un abbigliamento troppo succinto, collane appariscenti, tenere le spalle e le ginocchia coperte, durante le visite delle Moschee di consiglia di avere una sciarpa, e in alcune moschee alle donne sarà' chiesto di coprire la testa e magari anche le braccia e le gambe. Sia alle donne che agli uomini sarà' chiesto di togliersi le scarpe prima dell'ingresso.

Ci sono tutti i tipi di strutture in Egitto iniziando  dagli hotel di lusso al semplice ostello. I piu' belli alberghi delle catene internazionali, come Movenpick, Hilton, Four Season, Sofitel, eguagliano il livello delle strutture di lusso di tutto il mondo.

Ad un altro livello si collocano gli alberghi locali, per i quali e' possibile trovare vari livelli e stili, dal lusso al sobrio. Gli alberghi egiziani hanno una loro classificazione che li colloca genericamente in una scala a 5 stelle, differente da quella usata ovunque negli standard internazionali.

Non ci sono vaccinazioni obbligatorie ma  comunque e’ raccomandabile per gli anziani e per  i bambini piccoli il vaccino contro l'Epatite C, il Tifo ed il richiamo per il Tetano


Visualizza tutto